I'M NOT BLONDE

(140 cm x 100 cm)

Un divertente gioco delle parti, dove l’immagine pubblicitaria di un opera d’arte diventa opera d’arte stessa. L’installazione rappresentata infatti, dopo lo scatto fotografico, viene destituita dalla sua funzione. Rimane quindi solamente la sua testimonianza sotto forma di Manifesto, realizzato in soli cinque esemplari.  I Manifesti mettono in discussione in modo ironico il politically correct attraverso l’utilizzo di un linguaggio equivoco, senza censure. Abbracciano la dimensione del marketing pubblicitario; il titolo dell'opera diventa slogan. Raccontano vizi e virtù della nostra epoca    

Manifesti

I LOVE MY CORONA

(140 cm x 100 cm)

A fun party game, where the advertising image of a work of art becomes a work of art itself. In fact, the installation represented, after the photograph, is removed from its function. Therefore only his testimony remains in the form of a Manifesto, made in only five copies. The Manifestos ironically question political correctness through the use of equivocal language, without censorship. They embrace the dimension of advertising marketing; the title of the work becomes a slogan. They tell about the vices and virtues of our age

UN TUFFO NEL PASSATO

(140 cm x 100 cm)

TIRARE A CAMPARI

(140 cm x 100 cm)

L'ESTRAZIONE

(100 cm x 140 cm)

MICHELANGELO E RAFFAELLO

(100 cm x 140 cm)

LA SPEZIA

(100 cm x 140 cm)

LA SOLITA POLVERE

(100 cm x 140 cm)